Le mostre da non perdere a Milano nel 2017

Come sapete amo molto andar per mostre e devo dire che il 2017 per Milano si preannuncia come anno davvero ricco per il mondo dell’arte e della fotografia.

L’anno si è aperto all’insegna dell’arte a Milano: complice la coincidenza del Capodanno con La prima Domenica al Museo 2017, sono state 17000 le persone che hanno scelto di festeggiare visitando i musei civici. Oltre 3000 persone  hanno atteso pazientemente in coda di ammirare la Madonna della Misericordia di Piero Della Francesca a Palazzo Marino (visitabile ancora fino all’8 gennaio nella Sala Alessi del Comune di Milano).

Di seguito vi racconto in breve le più belle. Partiamo con mostre in programma a Palazzo Reale.

Arnaldo Pomodoro – dal 21 novembre 2016 al 22 gennaio 2017

La mostra “Arnaldo Pomodoro. 90 anni di scultura” intende ripercorrere la straordinaria carriera dello scultore, le cui opere sono oggi presenti in tutto il mondo – dalle maggiori città italiane, a Dublino, Mosca, Parigi, Los Angeles, Città del Messico – attraverso una selezione dei suoi lavori più significativi realizzati dal 1955 ad oggi, in un suggestivo percorso che trova la sua sorprendente conclusione nella Piazzetta Reale con l’allestimento, per la prima volta nella sua totalità,del complesso scultoreo The Pietrarubbia Group (1975 – 2013).

Keith Haring – dal 20 febbraio al 18 giugno 2017
Attraverso 150 opere provenienti da collezioni pubbliche e private verrà illustrato il tema del confronto di Keith Haring con la storia dell’arte. In mostra anche opere di altri artisti e correnti e materiale proveniente dalla Keith Haring Foundation.

Manet e la Parigi moderna – dall’8 marzo al 2 luglio 2017
In arrivo alcuni dei dipinti di Édouard Manet custoditi dal Museo d’Orsay di Parigi: insieme alle opere di contemporanei, sculture, disegni, modelli, fotografie, si racconterà l’attitudine degli artisti dell’epoca verso i cambiamenti della Ville Lumiére tra il 1850 e il 1880.

La Rinascente – dal 16 maggio al 16 ottobre 2017
Furono battezzati così da Gabriele D’Annunzio in persona i grandi magazzini storici di Milano, che compiono cento anni e vengono festeggiati a Palazzo Reale. Scopriremo come hanno influenzato costume e società del Paese, anche intercettando le ultime tendenze in fatto di design e moda.

Dentro Caravaggio – dal 28 settembre 2017 al 29 gennaio 2018
Prepariamoci a una nuova prospettiva su Michelangelo Merisi: la mostra prenderà le mosse dalle novità emerse negli ultimi studi sull’artista e dagli interrogativi che hanno suscitato.

Toulouse-Lautrec – dal 19 ottobre 2017 al 4 febbraio 2018
L’artista simbolo della Belle Epoque parigina arriva a Palazzo Reale in una mostra che ne racconterà un taglio particolare, curata da Danielle Dewynck, direttore del Museo Toulouse-Lautrec di Albi, sua città natale. In primo piano ci sarà la sua attenzione per l’esotismo, in particolare per il giapponismo molto in voga sul finire dell’Ottocento, sia verso l’arte della fotografia.

Dalì e la moda

Dalì, il più noto tra i surrealisti, considerava la moda come un denominatore fondamentale della cultura e ha collaborato con alcuni tra i più famosi designer, Elsa Schiapparelli, Coco Chanel, il costumista hollywoodiano Adrian, Paco Rabanne, l’artista couturier Kaisik Wong. La mostra racconta come la moda, attraverso i suoi strumenti, abiti, marketing, illustrazione e design, sia diventata un fattore chiave nel determinare i temi dell’opera simbolica di Dalì.

Ora passiamo alle mostre in programma presso l’Hangar Bicocca

Miroslaw Balka – Crossover/s – dall’8 marzo al 30 luglio 2017
Sarà la prima grande retrospettiva dedicata da un’istituzione italiana all’artista contemporaneo polacco. In esposizione nei grandi spazi del Pirelli Hangar Bicocca progetti, sculture e grandi installazioni dagli anni ’90 ai giorni nostri.

Rosa Barba – dal 5 maggio all’8 ottobre 2017
Accanto a una ricca selezione di opere scultoree e cinematografiche dell’artista italiana che vive e lavora a Berlino, verrà presentato in anteprima italiana un nuovo film 35 mm, From Source to Poem.

Ambienti/Environments – dal 21 settembre 2017 al 25 febbraio 2018

E a settembre, sempre all’Hangar Bicocca, arriverà Ambienti/Environments, dedicata a Lucio Fontana, dal 21 settembre 2017 al 25 febbraio 2018. La mostra illustrerà uno degli aspetti meno noti del lavoro dell’artista, la creazione di veri e propri ambienti spaziali: ne verranno ricostruiti dieci, in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana.

Mudec (Museo delle Culture)

Il corso ancora fino al 26 febbraio 2017 la mostra su Basquiat. La mostra di Basquiat è un’occasione per avvicinare il grande pubblico all’arte del graffito, con le opere dell’artista che, insieme a Keith Haring, ha saputo elevare questo tipo di pittura dalle strade metropolitane ai grandi musei mondiali.

Kandinsky – dal 15 marzo al 9 luglio 2017

Vasilj Kandinsky arriva al Museo delle Culture. Sarà una mostra che indagherà il rapporto tra l’arte e le scienze e il viaggio come avventura della conoscenza. Il grande padre della pittura astratta sarà raccontato attraverso opere provenienti dai principali musei russi.

Milano Città Mondo #02 – CINA – dal 15 marzo 2017

Il Museo delle Culture e l’Ufficio Reti e Cooperazione Culturale del Comune di Milano, con la collaborazione del Forum della Città Mondo, dedicano annualmente un focus a una delle numerose comunità internazionali presenti a Milano, con l’obiettivo di documentare la storia e le modalità di presenza, integrazione e cittadinanza delle diverse comunità internazionali che vivono nella città, anche attraverso il collegamento con gli oggetti del patrimonio del Museo. Tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017 il tema di indagine sarà la Cina e i cinesi a Milano, cioè la più numerosa comunità di migranti, nonché la prima in ordine di tempo tra le tante che via via si sono insediate sul territorio cittadino.

Dinosauri. Giganti dall’Argentina – dal 15 marzo 2017 al 2 luglio 2017

Una delle più importanti mostre scientifiche sull’evoluzione dei dinosauri, con reperti unici provenienti tutti da un territorio paleontologicamente ricco come l´Argentina. In mostra l’intero percorso evolutivo dei dinosauri dalle origini fino all’estinzione: 150 milioni di anni di storia naturale narrati attraverso reperti e copie accuratissime, provenienti dall’Argentina, uno dei territori più ricchi ed importanti per lo studio dei dinosauri. In nessun altro Paese si può infatti trovare una tale ricchezza di esemplari appartenenti ai tre periodi dell’era Mesozoica.

Queste le mostre in arrivo al Pac.

Africa – dal 27 giugno al 17 settembre 2017
Al Padiglione d’arte contemporanea di Milano arriva una mostra collettiva che farà conoscere artisti africani provenienti dalle principali aree culturali del Continente.

Io, Luca Vitone – dal 3 ottobre al 3 dicembre 2017
Il tema della mostra dedicata all’artista contemporaneo italiano saranno i luoghi e il modo in cui si identificano attraverso la produzione culturale, l’arte, la fotografia, il cibo, la musica, l’architettura.

Vittorio Gregotti – dal 19 dicembre 2017 all’11 febbraio 2018
L’anno si chiuderà al Pac con una mostra dedicata alla lunga carriera di una delle figure principali dell’architettura internazionale e fondatore della Gregotti Associati International, studio di architettura con lavori in tutto il mondo.

I commenti sono chiusi.