Business Model Canvas

Recentemente ho letto un libro molto interessante: Creare modelli di Business di A. Osterwalder e Y Pigneur

Vi racconto quello che ho imparato.

Partiamo dall’inventore. Alexander Osterwalder è un ricercatore e imprenditore svizzero che nel 2004 trova la soluzione ad un problema: individuare un modello di business efficace, di facile comprensione, che generi profitto e che possa creare valore.

Durante la sua tesi di dottorato presso l’università di Losanna Alexander crea uno strumento visivo che porta le persone a ritrovarsi tutte intorno ad un unico linguaggio. Ecco che nel 2004 nasce il Business Model Canvas.

DEFINIZIONE

Si tratta di uno schema grafico, formato da nove elementi di base:

  • Segmenti di clientela
  • Valore offerto
  • Canali
  • Relazioni con i clienti
  • Flussi di ricavi
  • Risorse chiave
  • Attività chiave
  • Partner chiave
  • Struttura dei costi

 

OBBIETTIVO

L’obbiettivo è avere una  visione di insieme e vedere come i vari aspetti interagiscono tra di loro.

STRUTTURA

Nella parte destra si risponde alla domanda: cosa stiamo offrendo e a chi ci rivolgiamo? In che modo stiamo creando valore per la nostra organizzazione?

Nella parte sinistra si risponde a queste domande: di cosa abbiamo bisogno per creare questo valore?

Questo modello è applicabile a qualunque progetto, perchè serve a scomporlo e a trovare più velocemente le risposte alle nostre domande. Bisogna applicarsi come in tutte le cose, ma è un metodo divertente e coinvolgente. Infatti può essere utile proprio per rappresentare visivamente le nostre idee.

STRUMENTI

Possiamo immaginare di voler raccontare una storia a chi ci ascolta, facendogli vedere i passaggi mentali che abbiamo fatto. Per compilare ed arricchire il nostro Business Model è fondamentale l’uso di strumenti visuali come post-it colorati e disegni. I post-it sono molto pratici perchè possono essere tolti, aggiunti o spostati. Anche i pennarelli possono essere un valido strumento purchè siano siano grossi e ricordate, le note devono essere brevi. Per i disegni non tutti si sentono di improvvisare, ma possiamo sempre avere un set di disegni (prestampati) a portata di mano in fase di presentazione.

Il vero segreto è la semplicità, i migliori modelli di business sono lineare e semplici.

Questo metodo si è affermato in tutto il mondo e in rete si trovano già molti modelli di successo compilati. Vi riporto alcuni esempi di brand famosi.

Quindi non vi resta che provare e divertirvi!

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.