FUORISALONE 2016: COSA VEDERE E DOVE ALLA MILANO DESIGN WEEK

Salone-milano-logo-2016-640x430

“O ci sei. O ci devi essere”. E’ lo slogan dell’edizione n° 55 del Salone del Mobile.

A Milano dal 12 al 17 Aprile 2016 va in scena il Fuorisalone, in questo post vi racconto come potete districarvi tra tutti i vari appuntamenti e soprattutto vi darò alcuni suggerimenti su cosa vedere!

Manca poco alla Milano Design Week, la rassegna più famosa su scala internazionale. Lo spettacolo che va in scena per le strade della città si snoda su tre itinerari collaudati: Brera Design District, Tortona Design Week e Ventura Lambrate a cui si aggiungono altri percorsi. Tra questi il più interessante è quello delle 5vie Arte+Design

1459613039-fuorisalone2016-milano-design-week-mappa

La prima novità di questa edizione 2016 è il Magazine  ufficiale della manifestazione per approfondire le varie tematiche legate al mondo dell’arredo attraverso interviste e reportage.

VENTURA PROJECTS

9151966E-C011-43B4-BF66-1CD1C5BBDE5D

Oltre il ponte della Ferrovia di Lambrate c’è un tranquillo quartiere tutto da scoprire, tra via delle Rimembranze di Lambrate, via Conte Rosso e via Ventura. Dal 12 al 17 Aprile i suoi spazi si animano eccezionalmente: è qui che ci si può fare un’idea di quello che sarà il futuro del design. Tecnologia e artigianato sono i temi principali di questa edizione 2016, sviluppati sia da giovani designer sia dagli studenti delle scuole e delle accademie di design europee. Saranno più di 160 gli espositori provenienti da tutte le parti del mondo. Ecco cosa non perdersi: l’installazione luminosa Noli Me Tangere di Emma Scolari allo spazio Ventura XV.

Emma-Scolari-Noli-Me-Tanger

L’opera prende il nome da una linea di tavoli che sono presentati in anteprima al Fuorisalone 2016 e che diventano i protagonisti dell’installazione. Una lastra di marmo, delle dimensioni di 180 cm per 80 cm, “spaccata” a metà genera due tavole appoggiate ad una struttura in metallo verniciato che, seguendo la naturale linea di rottura della materia lapidea si sfiorano appena, creando nel centro una crepa che si illumina con un semplice sfioramento delle dita, grazie ad un LED ed un sensore di movimento integrati.

BRERA DESIGN DISTRICT

brera-design-district

Anche nel quartiere più elegante della città c’è molto da vedere infatti sono previsti 138 eventi e 180 espositori. “Progettare è ascoltare” è il tema per l’edizione 2016, quindi vi suggerisco di andare a vedere la video di Chiara Luzzana: The Sound of City.

Molto interessante per gli amanti del verde e della natura è l’Orto Cinetico, un progetto di Piuarch nei cortili di via Palermo 1. Sul tetto dell’edificio che ospita lo studio viene allestito, tra aiuole e pallet, un percorso cromatico molto suggestivo sviluppato in quattro essenze.
12705648_1089849971037210_4196470784577891948_n

Lo speciale orto è composto da fiori e 4 essenze, nello specifico due varietà di insalata in colori rosso e verde e due di viola del pensiero, nei colori arancione e azzurro disposto in una speciale struttura sul tetto dell’edificio, dov’è situato lo studio. Le essenze sono disposte in linee rette, ognuna delle quali è rappresentata da una striscia di colore unico. È il paesaggista Cornelius Gavril con il quale nasce la collaborazione del progetto. Egli si serve di fiori ed essenze, oltre a disegnare lo spazio al fine di regalare ai visitatori percezioni di movimento e dinamiche, tipiche dell’arte optical. l progetto è stato creato da Verde Vivo che ha curato la preparazione delle piante insieme a Vivai Mandelli che ha realizzato l’allestimento. (Orario:10.00/14:00 e15.00/18:00)

TORTONA DESIGN WEEK

6E0AC360-6104-437A-80C6-5E250FB25704

Tortona Design Week è certamente una delle più vive e anche per il 2016, da martedì 12 a domenica 17 aprile, le iniziative non si fanno attendere: 200 eventi tra moda e design in uno dei più “classici” e fra i più estesi circuiti del design milanese. Forte di una rinnovata identità di distretto capace di attrarre e coinvolgere progettisti
 di fama internazionale, imprese, start-up e talenti, Tortona si sta trasformando in un autentico hub di innovazione e di produzione culturale che va ben oltre la settimana dedicata al design. Alle numerose realtà creative del quartiere si uniscono per sei giorni progetti di designer, celebri ed emergenti, provenienti da tutto il mondo: dalla Cina alla Francia, dalla Repubblica Ceca alla Germania, dal Giappone all’Inghilterra, fino a Olanda, Polonia e Spagna. Degno di nota è il progetto Oo!China promosso da Opificio 31, Sarpi Bridge Oriental Design Week.

china2-474x318

Per il suo livello altissimo di innovazione e di ricerca , per la sua creatività spinta l’Oriente della Design Week si conferma un must. All’interno dell’Opificio 31 in via Tortona 31. Lo spirito della vetrina costringe chi osserva a esclamare “Oo” di fronte al mix di arte, progettazione e architettura. Il background dei creativi esposti è ricco di molteplici identità: alcuni di loro sono architetti, altri curatori, artisti, designer, scrittori e persino studiosi e ricercatori del buddismo. La mostra, a cura di Sun Chenzhu, vede come partecipanti Hu Jian, Ivan Cheng, Li Hanyuan, Liu Tao, Liu Yi, Liu Yichun, Tan Zhipeng,Wu Hao, Xiao Aibin, Zhang Muchen, Zhang Zhaoying.

DISTRETTO 5VIE

È nel cuore storico della città, tra via Santa Marta, via Santa Maria Podone, via Santa Maria Fulcorina, Via Bocchetto e via del Bollo. L’inaugurazione del distretto è fissata per il 9 Aprile, dalle 18 alle 24, per una grande festa. Questo progetto mi è subito piaciuto perchè si tratta di ridare vita ad un’area che paradossalmente soffre da qualche anno di degrado e incuria, con parecchi bottegai costretti a chiudere i battenti.

Mi hanno segnalato alcune chicche che condiviso con voi. Partiamo da via Caminadella 23 in cui, all’interno di un cortile (a cui si accede solo suonando un campanello), potrete rifarvi occhi e papille gustative da Caminadella dolci, una semplice ma lussuosa pasticceria che serve manicaretti di ogni genere, frutto della grande ricerca che la titolare Elena Rasi e le sue collaboratrici portano avanti con costanza e passione da ben 6 anni.

dsc09864

Potete trovare il designer Martin Baas presso il Garage Sanremo, una vecchia architettura adibita per l’occasione a vero e proprio circo, nella quale dialogano il design più rigoroso con quello più artigianale, all’interno del quale trovano spazio clown, luci al neon e grossi specchi.

Da quelle parti si trova lo Gnam Box Cafè, vi suggerisco di farci un salto, si mangia benissimo!

Sempre in quella zona potete trovare Herringbones un progetto sviluppato dal duo israeliano Raw Edges ed ospitato negli spazi di Garage Sanremo, in via Zecca Vecchia al numero 3. Garage Sanremo mostrerà un assaggio della ricerca progettuale messa a punto dal duo attraverso un’installazione di pezzi sui cui è stata sperimentata la tecnica di immersione progressiva e ripetuta: una nuova tappa del loro lavoro di ricerca su pattern, linee, forme e colori.

201604111802403237

Ma qual è uno dei simboli contemporanei di Milano? Il dito medio di Cattelan! Perciò se siete in zona Piazza Affari sappiate che sono in vendita i souvenir L.O.V.E di Seletti.

Da Rabelli, una delle aziende più famose e longeve nel campo della seta, non potete perdere la mostra di opere realizzate in seta.

RANDOM

Di seguito e in modo del tutto random vi segnalo alcuni luoghi da vedere o iniziative degne di nota!

Superstudio Superstar: in via Tortona 27 è uno spettacolo per gli occhi. Degni di nota la foresta di tessuto di Sumbrella, con centinaia di telai da ricamo sospesi, la casa fiabesca alla Tim Burton di Pietro Travaglini e infine Meteomorphosis, un’esperienza sensoriale dedicata al tessuto impermeabile Gore-tex.

Speed Date tra designer: il 13 aprile, al temporary showroom della piattaforma per gli appassionati di design MADE.COM (via Cerva 25), vi aspetta il team creativo per incontri one-to-one, durante i quali potete raccogliere pareri sul progetto per partecipare all’Emerging Talent Award.

La boutique del futuro. quattro piani, 1300 mq in corso Venezia 14. Il prossimo autunno Armani Casa cambia indirizzo, ma durante la Design Week lo spazio apre in anteprima.

Schermata 2016-04-08 a 14.15.15

A tutto mosaico: nello showroom di Sicis (Via Fatebenefratelli 8) potete assistere ad una sorta di sfilata dell’haute couture del mosaico!

Forest of Light è un progetto che coniuga moda e design pensato dall’architetto giapponese Sou Fujimoto per COS. Per tutta la durata della settimana meneghina dedicata al design, il Cinema Arti di Milano si trasforma in una selva architettonica, tra giochi di luci, specchi e suoni. (presso Cinema Arti – Via Mascagni 8).

201604121904138158

Altra Bellezza è il titolo della rassegna dedicata a Gaetano Pesce e ospitata dal Museo Civico di Palazzo Morando a Milano. L’esposizione, curata da Vittorio Sgarbi, offre uno spaccato sull’universo dell’artista e designer italiano attraverso tre sezioni, che ne propongono le ricerche contemporanee: Preziosi, Modelli di Forma e Intrusi Musivi. (Museo Civico di Palazzo Morando – via Sant’Andrea 6).

Schermata 2016-04-08 a 14.04.52

Il giovane designer italiano Vito Nesta esordirà al Fuorisalone di Milano con la carta da parati Masami, Warp collection, progettata per Texturae, ed esposta presso la Galleria Statuto in via Statuto n.13 dal 12 al 17 Aprile. Vera opera d’arte, non solo complemento d’arredo o pura decorazione da parete, la carta da parati Masami rappresenta, come ci spiega l’autore, “un viaggio in Asia, alla scoperta della bellezza”.

_N0A7401 copia

L’installazione siete voi! Postate un selfie davanti alle vetrine di annex la Rinascente (Via Santa Redegonda 10) con l’hastag #Emojmilan: diventerete parte dell’opera allestita nelle vetrine!

Un tocco di Beauty: in Piazza Gae Aulenti 6 le vetrine dello store Sephora prendono vita con l’artwork dell’illustratore Ray Oranges.

Schermata 2016-04-08 a 13.56.42

 

I commenti sono chiusi.