VERBA MANENT

Recentemente ho letto un articolo molto interessante che parla non solo della crisi finanziaria ma di come la comunicazione sia totalmente inadeguata per il periodo. Secondo i dati del Monitor mensile sul sentiment degli Italiani, condotto da Astra non si vede ancora la luce in fondo al tunnel e la comunicazione delle aziende non è in sintonia con i target. Ora arriva la parte interessante. Il sociologo Finzi accende i riflettori su alcuni verbi chiave per la ripresa e sui quali le aziende dovrebbero puntare.

Ascoltare. Il consumatore ritiene di non essere ascoltato dalle marche di cui è buyer. E’ quindi necessaria una maggiore capacità di far percepire di essere in ascolto.

Accogliere. Il consumatore si sente escluso, non si sente accolto perché non riesce ad entrare in gioco, si sente respinto, deve rimodulare gli acquisti.

Aiutare.  il consumatore è in difficoltà. Inoltre, in molti (pur avendone la possibilità) si negano l’accesso a beni o consumi per un senso di colpa rispetto al mondo che li circonda. Aiutare significa andare incontro ai consumatori con prezzi più abbordabili. Ma più che degli sconti sarebbe preferibile una politica dell’every day low price.
 
Sorprendere. Chi ha una forte brand personality ha più speranza di successo.

Semplificazione. Rendere migliore l’accessibilità ai prodotti. Capire cosa stiamo offrendo di troppo o di inutile.
 
Restituire. Chi ha avuto molto ha l’obbligo morale di restituire qualcosa alla società. Questo vale anche per le imprese e il marketing.

Rinforzare. Le imprese che funzionano sono quelle che hanno saputo consolidare e rafforzare i propri asset strategici.
 
 
 
 

I commenti sono chiusi.