SLANCIO CREATIVO

Ultimamente ho letto un articolo molto interessante che parla di Ritmo. C’è ritmo in ogni cosa che ci circonda, forse persino nel silenzio. All’interno dell’articolo ci sono dei video molto belli che rivelano uno dei momenti più segreti di un’artista, quando crea. Allora mi sono fatta una domanda….quale è il mio ritmo quando creo? Osservando i video più e più volte mi sono detta che il mio ritmo è un mix tra Picasso, Dalì e Pollok. Non saprei dirvi con esattezza il perchè, ma a istinto è così. Alcuni all’inizio guardano la tela…è un attimo e poi parte lo slancio creativo il momento più vivo e poi tutto si placa e attivano le pennallate finale che definiscono e rifiniscono. Estasi pura. Poi ho osservato i luoghi in cui creavano, in qualche modo ne rispecchiavano le loro personalità. Altra domanda: il luogo in cui creiamo ci influenza? Sì. Il Dottor NakaMats (per intenderci colui che ha inventato il cd) vanta una carriera creativa formidabile ha una sua personale teoria che racconta e descrive non solo il suo procedimento creativo ma come l’ambiente influenzi il suo lavoro. Nella sua abitazione utilizza tre aree per “accendere” la propria creatività.

Stanza Statica: un giardino roccioso con acqua corrente che offre un ambiente sereno per pensare liberamente.
Stanza Dinamica: è dotata di un equipaggiamento audiovisivo che diffonde musica e lo aiuta ad affinare le idee. 
Stanza Fluida: c’è una piscina in cui trascorre molte ore in immersione e per aiutarsi ha con se una tavoletta in plexiglass per annotare le idee migliori
Probabilmente tutti abbiamo un luogo ideale in cui creare, mi piace quando le società “pensano” e progettano un ufficio o una stanza dedicata alle idee e al creare è segno di grande attenzione verso un bene che è preziosissimo: le idee.

I commenti sono chiusi.