Teatro, maestro di Vita

Ieri ho avuto l’occasione di andare a Teatro ed assistere al musical: Priscilla. Uno spettacolo per gli occhi, le musiche, le scenografie, le luci i costumi e soprattutto gli attori. Amo da sempre il teatro, il profumo del palcoscenico…sì perchè profuma e ogni volta che la scia di quel profumo solletica le mie narici….mi tornano alla mente bellissimi ricordi. C’è un attore che mi ha colpito più di altri….nel Musical interpreta Bernadette. Una presenza scenica pazzesca, tempi comici perfetti….e un entusiasmo contagioso. Alla fine del musical la gente si è alzata per applaudirli tutti. Leonardi sembrava stupito e ti chiedi perchè? Questo musical viene rappresentato dagli stessi attori da più di un anno….Sono andata a curiosare sul web e trovo una sua intervista in cui risponde ad una domanda: «Bisogna essere innamorati, del proprio mestiere e del proprio sogno. E soprattutto togliersi dalla testa che questo lavoro dia risultati a breve termine. Io dopo tredici anni che lo faccio, comincio a essere ‘credibile e conosciuto’ adesso. Le persone ora mi ricordano quasi solo per La Bella e la Bestia – o mi ricorderanno per Priscilla – e a me sta bene così, perché la verità di un percorso è qualcosa che avviene nel tempo. La nostra vita ha i suoi tempi, quindi assecondiamoli e smettiamola di cercare scorciatoie, che col tempo in realtà non premiano».

 

I commenti sono chiusi.