DIANA VREELAND

Mi piace trovare storie interessanti. Quella di Diana Vreeland lo è decisamente. Personalità eclettica, curiosa…..anticipatrice dei tempi e delle mode, in grado di scrivere intere pagine della storia della moda e non solo. Mi ha colpito molto il suo modo di sentire la vita, di affrontarla. Figlia degli anni ’20 che lei amava profondamente perchè secondo lei ultimo baluardo della vera eleganza è entrata con fare deciso nel ventunesimo secolo. Per anni Editor di Harper’s Bazaar e poi capitano per Vogue. Lavoratrice instancabile, appassionata, esigente….forse pochi sanno che lei è la prima fashion Blogger della storia. Sì perchè i memorandum che scriveva per i suoi collaboratori erano dei post arguti, intelligenti, degli spunti inesauribili di ispirazione. Poi a circa 70 anni viene licenziata da Vogue, ma ci mette molto poco a reinventarsi e trasforma per sempre il Metropolitan Museum of Arts di New York, trasformando un santuario dell’arte in una nuova ed affascinante vetrina per la moda. Ecco un esempio di uno dei suoi memo…

 

I commenti sono chiusi.