Poesia di un abbraccio mortale

Sono stati scritti fiumi di parole sull’amore, questo sentimento strano che provoca reazioni fortissime negli uomini…c’è chi pensa che gli uomini e le donne sono diversi e per certi versi è vero.
Mi piace pensare agli uomini come agli squali. Parecchi anni fa mi sono trovata nelle condizioni di trascorrere un lungo periodo a genova, una persona a me cara stava molto male ed era in coma. Non potevo stare sempre con lui in ospedale per via degli orari di visita e quindi andavo all’acquario. Era l’unico posto in grado di calmarmi. La vasca che di più attirava la mia attenzione era quella in cui c’erano anche gli squali.
Molti non sanno che lo squalo è una creatura che ha milioni di anni, esiste prima ancora dei Pini (giusto per utilizzare un esempio di paragone). Lo squalo è una macchina da guerra formidabile, ma ne esistono molte specie. Alcuni sono aggressivi, altri pacifici…..e si nutrono di plancton (vedi squalo balena). Pochi sanno che lo squalo è uno degli animali più vulnerabili. Sì, avete capito è estremamente vulnerabile. Avete notato che gli squali sono spesso accompagnati da piccoli pesci? Sono quei pesci che gli permettono di sopravvivere. Se non ci fossero loro uno squalo non sopravviverebbe nemmeno 48 ore, per via dei parassiti che soggiornano sulla sua pelle. Quei pesciolini sono vitali per lui. Sono gli unici che riescono ad entrare in quelle fauci indenni.
L’uomo è come uno squalo……forte in apparenza, e vulnerabile al tempo stesso. Ma ritorniamo all’acquario. Mi sono soffermata sulla vasca lungamente e uno degli addetti mi ha chiesto se mi piacevano? Ho risposto che mi intrigavano e mi chiedevo come mai non attaccassero gli altri pesci presenti nella vasca. L’uomo con un certo ghigno stampato sul volto mi ha spiegato che ad una certa ora, gli squali sanno che mangeranno. Ma una volta al mese all’appello manca comunque qualcuno degli altri ospiti. Ecco, l’uomo agisce esattamente come lo squalo. Anche se sa che mangerà, non potrà mai venire meno al suo istinto predatorio. Vi starete chiedendo perchè vi parlo di pesci e il titolo del post parla d’altro. Non è così, il mio sogno è trovare un uomo capace di essere squalo e al contempo di sapere abbracciare. Molti dicono che la cosa più intima tra un uomo e la donna sia fare sesso. No. la cosa più intima è abbracciarsi e baciarsi, perchè si è costretti a guardarsi negli occhi. Il capolovOro qui di fianco è uno dei miei preferiti, perchè parla allo spettatore…perchè trasuda emozione, perchè non riesci a dimenticarlo. Nettuno è entrato nel mio segno zodiacale (pesci) forse è giunto il momento di una forte rivoluzione interiore…forse è giunto il momento di tornare a fidarsi degli squali, con la cosapevolezza che comunque alla fine della storia ci saranno delle vittime.

I commenti sono chiusi.