Storie sospese

Schermata 2015-02-12 a 23.07.15

Ho recentemente letto Creativity: The Perfect Crime un libro scritto da Philippe Petit che mi ha molto colpito. Parla ovviamente di vita e creatività. Philippe affida a questo libro le sue riflessioni sul processo creativo che precede ogni sua opera. Indomito e anticonvenzionale, Petit ha fatto suo lo slogan «La creatività è illegale», convinto che colui che crea debba essere un fuorilegge, «non nel senso criminale, ma come un poeta che esercita la ribellione intellettuale». La sua arte, le sue grandi imprese, quindi, sono il «crimine perfetto», realizzabile solo attraverso una disciplina e un allenamento tra i più ferrei.

I commenti sono chiusi.