Eataly World

farinetti

Come al solito Farinetti “una ne pensa e cento ne fa”. Lui ama raccontare che è venuto al mondo tra quaranta sacchi di semola e da quando è nato non si è mai fermato perchè ha sempre “le mani in pasta” in qualche nuovo progetto…e per fortuna dico io. E’ proprio del suo nuovo progetto che voglio raccontarvi, una sorta di Dysneyland del gusto: Eataly Word. Forte del trend favorevole e delle continue nuove aperture degli ormai famosi EatalyFarinetti crede fermamente che l’unica speranza per il futuro è trasformare la nostra terra nel paradiso mondiale del wine&food, sfruttando ovviamente anche l’immenso potenziale artistico e culturale. Dove sorgerà Eataly Word? A 10 km da Bologna, con la collaborazione della Fabbrica Italiana Contadina e Massimo Bottura in qualità di Direttore Artistico. Il cibo italiano è creativo, genuino, invitante, una sorta di potente afrodisiaco a cui nessuno può resistere. Obiettivo di Farinetti con questa nuova iniziativa “made in Eataly” è attrarre il pubblico in Italia e soprattutto diffondere la cultura del buon cibo. La creatura di Farinetti si distingue da sempre per due aspetti fondamentali: da un lato ci sono i prodotti e la ristorazione e dall’altro si trova l’offerta ludico didattica. Ovviamnete per poter creare il nuovo bisogna investire, e avere coraggio. Per poter aprire sei nuovi punti vendita in Italia e otto all’estero Oscar ha deciso di cedere il 20%  della finanziaria di famiglia ad una banca. La quotazione in borsa di Eataly è invece prevista nel 2017.

I commenti sono chiusi.