Una coperta rossa chiamata amore

Nella vita tutti lo cercano e pochi lo trovano. Se penso al sentimento più forte che conosco lo immagino come una coperta rossa, calda, avvolgente che ti scalda come fosse un abbraccio. Bisogna però prendersi cura di quella coperta che con il tempo perde la vivacità, la passione del colore iniziale. Ma quella coperta per quanto logora resta con te. Una volta ho letto che anche il grande e potente Onassis ebbe cura di portarsi in ospedale solo la coperta di cachemire rosso di Hermès che aveva ricevuto in dono dalla Callas. Forse Onassis, sul viale del tramonto voleva l’unica cosa che in qualche modo lo aveva davvero scaldato per una parte della sua vita. L’amore, quello puro, quello senza riserve…quello che non pretende ma dona, quello che comprende, quello che dice la verità per quanto amara essa sia.

I commenti sono chiusi.