Vita

Questa, era una di quelle sere in cui non si ha molta voglia di uscire e alla fine mi sono trovata a guardare un film…non è di certo un film che sarei andata a vedere in passato, eppure ultimamente cerco di fare esperienze diverse dal solito. Non chiedetemi perchè. Ho visto The Giver – Il mondo di Jonas. La trama non è nulla di speciale, la solita storia della comunità post Apocalisse che si risveglia in una sorta di utopia collettiva. La parte interessante è la profonda riflessione che attraversa tutto il film. Non ci sono battaglie epiche, eroi, vinti. La sensazione che ho provato nel guardarlo è stata molto particolare. In alcuni punti del film ho sentito un profondo senso di vertigine e smarrimento….poi tutto d’improvviso si colora. La frase più bella è stata sicuramente questa: “I sentimenti sono sfuggenti, le emozioni sono più profonde, primordiali e lasciano un eco dentro di noi”.

Alla fine provare emozioni è come stare in bilico perenne. Oppure come quando si gioca al tiro alla fune. Si provano emozioni, si fanno provare. Si commettono errori, ma si può rimediare. La vita senza emozioni sarebbe priva di colore.

hall-2

I commenti sono chiusi.